giovedì 24 luglio 2014

Angel food cake all'arancia e cannella: è tempo di fluffosa!

La ricetta di oggi è dolce, è soffice, ma soprattutto è fluffosa: l'angel cake all'arancia e cannella.


Per chi non lo sapesse, tra le bloggalline è nato un movimento travolgente chiamato #iomangiolafluffosa.
La fondatrice, ovvero colei che ha diffuso il virus della fluffosità, è Monica del blog "Dolci Gusti".
É merito suo se la maggior parte delle bloggalline hanno iniziato peregrinazioni alla ricerca del fantomatico stampo per l'angel food cake e si sono avventurate sulla dolce strada costellata di albumi e cremor tartaro.
Ed è merito suo se anche io sono capitolata, ho comprato lo stampo e l'ho collaudato ispirandomi ad una ricetta firmata Buddy Valastro, trovata sul sito Rachael.
Dato che la fluffosa crea dipendenza e che l'acquisto dello stampo deve essere adeguatamente ammortizzato, credo proprio che Monica ci avrà un po' tutte sulla coscienza quando arriverà l'ora della prova costume!

Gli ingredienti per un angel cake da 25cm di diametro sono:

- 2 cup di zucchero
- 1,5 cup di albumi (o 12 album di uova medie)
- 1,33 cup di farina 00
- 1 cucchiaino raso di sale
- 1 cucchiaino di cremor tartaro
- buccia di arancia grattugiata
- 1/2 baccello di vaniglia

Per la glassa:

- zucchero a velo
- succo di arancia
- cannella in polvere

Mettiamo in  una ciotola gli albumi, il cremor tartaro e il sale e montiamo per circa 1', poi uniamo 1,5 cup di zucchero a pioggia e continuiamo a montare ad alta velocità finché non otteniamo una meringa bianca e soda.


Aggiungiamo buccia di arancia grattugiata a piacere e i semi della bacca di vaniglia e montiamo ancora per 1'.


A parte mescoliamo la farina e lo zucchero restante, poi uniamo questi due ingredienti alla meringa un cucchiaio alla volta e incorporiamoli con delicatezza con una spatola, eseguendo un movimento dal basso verso l'alto.


Travasiamo l'impasto nella teglia per angel food cake ne imburrata ne infarinata e livelliamolo delicatamente con la spatola.


Cuociamo nel forno preriscaldato a 175°C per circa 45', controllando la cottura con uno stecchino di legno (una volta punzecchiata la torta deve riemergere asciutto e pulito).


Una volta cotta, ribaltiamo lo stampo e lasciamolo riposare appoggiato sui piedini per  1h circa o fino a completo raffreddamento.
Passato questo tempo liberiamo la torta dallo stampo, staccando i bordi con la lama di un coltello.


Prepariamo la glassa con il succo di mezza arancia e zucchero a velo quanto basta per renderla densa e opaca, poi uniamo la punta di un cucchiaino di cannella e mescoliamo il tutto.
Versiamo la glassa sulla parte superiore della torta e distribuiamola con il dorso di un cucchiaio.


L'angel food cake è fluffosa di nome e di fatto, è leggerissima e una volta assaggiata vi assicuro che non si può più vivere senza.

Buona serata!

lunedì 21 luglio 2014

Cupcakes alla vaniglia con swiss meringue buttercream

Avete voglia di dolcezza?
Allora questa è la ricetta che fa per voi: i cupcakes alla vaniglia con swiss meringue buttercream.



La ricetta dei cupcakes l'ho trovata sul libro "New York - Le ricette di culto",  mentre la ricetta della crema al burro meringata l'ho presa dal sito "Martha Stewart".

Gli ingredienti per circa 6 cupcakes sono: 

- 83g di farina 0
- 2 uova
- 83g di burro morbido
- 1/2 bacca di vaniglia
- buccia di arancia grattugiata
- 1 cucchiaino scarso di lievito per dolci
- 1 pizzico di sale fino

Per la swiss meringue buttercream sono:

- 226g di burro
- 125g di zucchero
- 2,5 bianchi d'uovo
- estratto di vaniglia
- colorante

Per la decorazione:

- gelatine Primi Frutti Venchi

Iniziamo con i cupcakes alla vaniglia. Montiamo le uova finché non diventano belle spumose, a parte mescoliamo insieme la farina, il lievito e il sale.
Montiamo il burro con lo zucchero, buccia di arancia a piacere e i semi della bacca di vaniglia fino ad ottenere un composto omogeneo.


Con una spatola uniamo le uova e gli ingredienti in polvere, alternandoli un cucchiaio per volta.


Versiamo il composto in uno stampo per cupcakes rivestito con i pirottini di carta.


Inforniamo nel forno preriscaldato a 160°C e cuociamo per circa 25'.
Estraiamo i cupcakes dal forno, togliamoli dallo stampo e lasciamoli raffreddare su una gratella.
Passiamo alla swiss meringue buttercream. Scaldiamo gli albumi e lo zucchero a bagnomaria, mescolandoli con una frusta. Dopo un paio di minuti prendiamo una goccia di composto e schiacciamola tra indice e pollice: è pronto quando è tiepido e non si sentono più i granelli di zucchero tra le dita.


Togliamo gli albumi zuccherati dal fuoco e montiamoli con una frusta ad alta velocità fino a formare una meringa molto soda e lucida.


Iniziamo ad aggiungere il burro un pezzetto per volta, continuando a montare; la crema al burro deve risultare soffice e uniforme.
Aggiungiamo qualche goccia di estratto di vaniglia e continuiamo a montare.


Infine aggiungiamo il colorante e montiamo la crema per uniformare il colore (io ho usato il rosa).


Trasferiamo la crema al burro in una sac à poche con bocchetta tonda e decoriamo i cupcakes  alla vaniglia formando una spirale, infine adagiamo sulla cima di ognuno una gelatina alla frutta.


Questi cupcakes alla vaniglia e la spumosa swiss meringue buttercream sono in grado di colmare la voglia di dolce di chiunque.
Se però così non fosse si può facilmente rimediare con un po' di gelatine alla frutta!


Buona serata!

lunedì 14 luglio 2014

Zucchine ripiene di tonno e gamberetti

A volte ritornano, scrisse Stephen King, così anch'io sono tornata a casa dopo una rilassante settimana di sole e di mare.
Ad aspettarmi nell'orto ho trovato delle zucchine tonde che hanno raggiunto la dimensione di palle da bowling; per fortuna sono stata via solo una settimana, altrimenti il racconto horror l'avrei scritto io, con protagoniste le zucchine giganti pronte a divorarmi!
Dal momento che vi sto scrivendo, pare ovvio che questa volta abbia avuto la meglio, infatti mi sono pappata le sorelline delle zucchimostre preparando le zucchine ripiene di tonno e gamberetti.


Gli ingredienti per 2 persone sono:

- 2 zucchine tonde
- 20 gamberetti
- 1 scatoletta di tonno sottolio da 80g
- 1 cucchiaio di capperi
- buccia di limone grattugiata
- santoreggia
- prezzemolo
- dragoncello
- olio
- sale
- pepe

Tuffiamo le zucchine intere in acqua bollente e cuociamole per 10', poi scoliamole e lasciamole raffreddare.


Nel frattempo mettiamo i gamberetti sgusciati in un pentolino pieno di acqua fredda e lasciamo cuocere per 10', dopodiché scoliamoli conservando l'acqua.
Tagliamo il picciolo delle zucchine in modo da formare due "cappelli" e scaviamo la polpa aiutandoci con un cucchiaino o una scavino.
Cuociamo la polpa delle zucchine nella stessa acqua dei gamberetti per 5' circa; una volta pronta uniamola alla santoreggia, al prezzemolo, al dragoncello, alla buccia di limone grattugiata e a un pizzico di sale.


Aggiungiamo un filo d'olio e un pizzico di sale e frulliamo il tutto fino ad ottenere una purea piuttosto liquida.


A parte mescoliamo i gamberetti con il tonno sgocciolato, i capperi e un pizzico di pepe.


Uniamo la salsa di zucchine e mescoliamo bene il composto.


Spolverizziamo l'interno delle zucchine con un pizzico di sale, infine riempiamole con il composto di gamberetti e tonno.


Questo piatto è un ottimo secondo fresco estivo, facile da preparare e di grande effetto; secondo me le zucchine tonde hanno il loro fascino e sono proprio belle da vedere.

Buona serata!

martedì 1 luglio 2014

Gelato al melone con prosciutto e grissini al sesamo

Altro mese, altra ricetta per il contest delle Bloggalline: il gelato al melone con prosciutto e grissini al sesamo.


Questa volta il tema è il gelato nel piatto, quindi ho preso il gelato al melone e l'ho messo fisicamente in un piatto.
Dal momento che si sentiva solo, gli ho presentato due amici: il prosciutto crudo e i grissini al sesamo.
Sono molto diversi tra loro, ma ho l'impressione che vadano molto d'accordo.
Scherzi a parte, per i grissini ho rivisitato la ricetta dei grissini stirati che avevo pubblicato QUI, mentre per il gelato ho nuovamente attinto al ricettario del papà di Roberto.

Gli ingredienti per circa 20 grissini al sesamo sono:

250g di farina 00
- 140g di acqua
- 3g di lievito in polvere
- 4g di sale
- olio d'oliva
- 1/2 cucchiaino di miele
- semola rimacinata
- semi di sesamo nero

Per il circa 600g di gelato al melone:

- 334ml d'acqua fredda
- 234g di melone già pulito
- 117g di zucchero
- 24g di albume

Per il prosciutto crudo:

prosciutto crudo di Parma Dop

Iniziamo a preparare i grissini al sesamo, impastiamo insieme la farina, l'acqua, il lievito, il sale, 25g di olio e il miele, fino ad ottenere un composto morbido, liscio e appiccicoso.
Cospargiamo una spianatoia con poca semola, versiamo sopra l'impasto e stendiamolo con le dita fino a formare un rettangolo spesso circa 2cm e largo 10cm.
Spennelliamo la superficie dell'impasto con l'olio e poi cospargiamolo con i semi di sesamo.


Copriamo il tutto con un canovaccio e lasciamo lievitare per circa 1h.
Passato questo tempo, tagliamo l'impasto in listarelle larghe un paio di centimetri.


Stendiamo ognuna con le mani per formare i grissini e adagiamoli su una o più teglie rivestite di carta da forno.


Cuociamo i grissini nel forno preriscaldato a 200°C per circa 20' o finché non diventano dorati in superficie.


Lasciamoli raffreddare e occupiamoci del gelato al melone.
Frulliamo insieme il melone, l'acqua, lo zucchero e l'albume (non mi fido ad usare albumi crudi, perciò ho utilizzato albumi pastorizzati).


Versiamo il composto nella gelatiera e facciamola lavorare per circa 20'.
Quando il composto è ben sodo trasferiamolo in un contenitore precedentemente refrigerato e poniamolo in congelatore.


Quando è il momento di comporre il piatto, adagiamo su ognuno tre fette di prosciutto crudo, due grissini e tre palline di gelato al melone.


Questa ricetta è perfetta come secondo piatto per l'estate, ma si presta bene ad essere presentata come antipasto o come un finger food insolito.

Buona serata!

Con questa ricetta, partecipo al contest : "La Cucina Italiana nel Mondo verso l'Expo 2015", organizzato da Le Bloggalline, in collaborazione con INformaCIBO, nella categoria "Il gelato nel piatto con i prodotti Dop".

'Create

lunedì 23 giugno 2014

Panpizza con mazzancolle, crudo e datterini

Non è un pane, non è una pizza: è un panpizza!
Per la precisione un tondo panpizza con mazzancolle, crudo e datterini.


Quando ho visto il contest delle Bloggalline per l'Expo 2015 mi sono prefissata di partecipare a tutti i costi, così ho iniziato ad arrovellarmi alla ricerca di un'idea e il titolo del mio blog mi è venuto magicamente in aiuto ispirandomi questa ricetta paninosa e allo stesso tempo focacciosa.
La ricetta per la base di questo insolito panino è la stessa della pizza bianca romana che trovate QUI.

Gli ingredienti per la pizza bianca sono:

- 450g di farina 00
- 50g di semola rimacinata
- 10g di zucchero
- sale
- 9g di lievito di birra fresco
- olio
- salumi misti

Per la farcitura per 2 persone:

- 4 mazzancolle
- 4 pomodori datterini
- 2 fette di prosciutto crudo di Parma Dop
- 2 olive nere denocciolate

Iniziamo preparando la pizza bianca, mescoliamo insieme 125g di farina, 125g di acqua fredda e 1g di lievito di birra fresco.
Copriamo con la pellicola da cucina e lasciamo lievitare al fresco per circa 12h.
Passato questo tempo, uniamo 325g di farina, 225g di acqua fredda, la semola, lo zucchero e il restante lievito.
Impastiamo per qualche minuto, poi uniamo il sale e continuiamo ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Copriamo nuovamente con la pellicola e lasciamo lievitare per circa 1h in luogo tiepido.


Riprendiamo l'impasto e stendiamolo in una teglia leggermente unta d'olio, spennelliamolo con una salamoia fatta di acqua e olio in parti uguale e poco sale e lasciamo lievitare nuovamente per 1h in luogo tiepido.


Cuociamo la focaccia nel forno preriscaldato a 230°C per circa 20' o finché non diventa ben dorata in superficie (quando la inforniamo mettiamo sul fondo del forno un pentolino pieno d'acqua).
Una volta estratta dal forno spennelliamola subito con la salamoia preparata in precedenza e lasciamola riposare per qualche minuto.


Facciamola raffreddare su una gratella e nel frattempo occupiamoci della farcitura.
Tuffiamo le mazzancolle intere in acqua bollente e cuociamole per 5'.
Dopo averle scolate eliminiamo la testa, le zampe e il carapace.
Avvolgiamo mezza fetta di prosciutto crudo attorno ad ogni mazzancolla; fatto questo cuociamole su una griglia rovente per 1' per lato.


Sulla stessa griglia scottiamo i pomodori datterini lavati e asciugati per circa 1'.
Ricaviamo dalla focaccia due tondi di circa 8cm di diametro, tagliamo i due tondi a metà e farciamo ognuno con due mazzancolle e due pomodorini.


Chiudiamo il nostro panpizza, aggiungiamo un'oliva nera e blocchiamolo con uno stuzzicadenti.


Il prosciutto crudo grigliata è decisamente saporito, mentre il gambero è dolce e il pomodoro datterino rinfrescante.
La pizza bianca? È la culla perfetta per questo tripudio di sapori.

Buona serata!

Con questa ricetta, partecipo al contest : "La Cucina Italiana nel Mondo verso l'Expo 2015", organizzato da Le Bloggalline, in collaborazione con INformaCIBO, nella categoria "Un panino da re".

'Create