domenica 14 dicembre 2014

Noodles con carote e gamberetti

Natale è alle porte, ma oggi voglio fare una piccola variazione sul tema e condividere una ricetta che con il Natale non c'entra proprio nulla: i noodles con carote e gamberetti.


Gli ingredienti per 2 persone sono:

- 250g di noodles di grano
- 1 carota grande
- 200g di gamberetti sgusciati decongelati
- 1/2 bicchiere di vino bianco
- 1 scalogno
- 1 pezzo di porro
- 2 cucchiai di salsa di soia
- olio extravergine di oliva Dante
- zenzero fresco
- semi di sesamo nero

Per prima cosa mettiamo a bollire una pentola capiente piena d'acqua (non salata).
Peliamo la carota, tagliamola a bastoncini grossolani lunghi 5cm e mettiamola in un pentolino con acqua fredda. Facciamo bollire i bastoncini per 10' e poi scoliamoli.
A parte mettiamo un filo d'olio nel wok (o in un tegame), quando è caldo uniamo il porro tagliato a rondelle, lo scalogno sbucciato e tritato grosso e un pezzettino di zenzero grattugiato.


Soffriggiamo per un paio di minuti, dopodiché uniamo i gamberetti e lasciamoli insaporire.


Quando iniziano a cambiare colore aggiungiamo le carote e il vino e lasciamo evaporare l'alcol.


Cuociamo i noodles seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, 2' prima del termine della cottura scoliamoli e uniamoli alle carote e gamberetti.


Aggiungiamo la salsa di soia e lasciamo cuocere per 2' mescolando bene il tutto.
Distribuiamo i noodles nei piatti e cospargiamoli con i semi di sesamo nero.


I noodles così conditi sono decisamente gustosi e saporiti e i gamberetti e le carote insieme vanno a nozze. Volendo potete omettere i semi di sesamo, ma secondo me danno al piatto quel tocco di croccantezza in più che non guasta.

Buona domenica!

lunedì 8 dicembre 2014

Vanillekipferl: cornetti alla vaniglia

I vanillekipferl sono dei biscotti alla vaniglia a forma di cornetto tipici del periodo natalizio.


Quest'anno ho deciso di rielaborarli e renderli più soffici e cicciosi rispetto agli originali.

Gli ingredienti per circa 60 biscotti sono:

- 250g di farina 00
- 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
- 125g di zucchero semolato
- 1 bacca di vaniglia
- 3 tuorli d'uovo
- 200g di burro
- 125g di farina di mandorle
- zucchero semolato vanigliato

Mescoliamo insieme la farina e il lievito, poi uniamo lo zucchero, i tuorli e i semi della bacca di vaniglia.
Impastiamo il tutto, poi uniamo il burro tagliato a pezzetti e la farina di mandorle.
Continuiamo a impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e lasciamolo riposare per 10'.


Stendiamo l'impasto in cilindretti spessi 1,5cm e lunghi 5cm e diamo ad ognuno la forma di un cornetto, dopodiché disponiamoli su una teglia rivestita di carta da forno.


Cuociamo i biscotti nel forno preriscaldato a 175°C per circa 12' o finché non diventano leggermente dorati lungo i bordi.
Una volta estratti dal forno spolverizziamo subito i biscotti con lo zucchero semolato vanigliato.


Lasciamo raffreddare completamente i vanillekipferl prima di mangiarli.


I vanillekipferl così ottenuti possono essere conservati in un contenitore a chiusura ermetica.
Se li volete preparare rispettando la ricetta originale, occorre sostituire la farina di mandorle con le mandorle intere tritate e lo zucchero semolato vanigliato con lo zucchero a velo vanigliato.
Inoltre bisogna formare i cilindretti con uno spessore inferiore.

Dopo questa iniezione di dolcezza natalizia, vi lascio l'ormai tradizionale foto del presepe di casa, adoro vedere la casa addobbata per le feste.


Buona festa dell'Immacolata a tutti!

domenica 23 novembre 2014

Tempura di gamberi e verdure

Quando mi è arrivata a casa la copia di novembre de "La Cucina Italiana" sono rimasta a bocca aperta per la meraviglia (e con un po' di bava sugli angoli della bocca): davanti a me si è materializzata una deliziosa tempura di gamberi e verdure a cui non ho potuto resistere e che ho provato a fare come segue.


Gli ingredienti per la tempura per 3 persone sono:

- 300g di gamberi decongelati
- 300g di zucca delica
- 1 patata dolce
- 500g di farina 00
- 700g di acqua fredda
- 10 cubetti di ghiaccio
- olio per friggere Olita Dante

Per la salsa allo zenzero:

- 15g di zenzero fresco pulito
- 53g di olio di sesamo
- 37g di aceto di riso
- 12g di zucchero
- 1 cucchiaio scarso di salsa di soia
- 1 pizzico di sale

Per la salsa piccante:

- 300g di salsa di pomodoro
- 1 cipolla
- 25g di zucchero
- 30g di aceto balsamico
- 1 pizzico di aglio in polvere
- tabasco
- salsa worcestershire
- peperoncino in polvere
- 2 cucchiai di olio di oliva Dante

Per prima cosa mettiamo la farina per la tempura in una ciotola e riponiamola in congelatore (io ho usato un mix di farina di grano e di riso per frittura).
Fatto questo prepariamo la salsa piccante.
Puliamo la cipolla, tagliamola a pezzettini e soffriggiamola nell'olio caldo con un pizzico di aglio in polvere.
Passati 2' aggiungiamo la salsa di pomodoro e dopo 2'i restanti ingredienti,
Lasciamo cuocere a fiamma bassa per circa 20', mescolando ogni tanto.
Quando è pronta frulliamola con il frullatore ad immersione e lasciamola raffreddare.


Prepariamo la salsa allo zenzero. Tagliamo lo zenzero a pezzetti e frulliamolo con gli altri ingredienti, dopodiché filtriamola con un colino e mettiamola da parte.


A questo punto prepariamo i gamberi e le verdure.
Sgusciamo i gamberi lasciando la coda, togliamo le zampette e l'intestino, infine pratichiamo con il coltello due o tre incisioni in corrispondenza dell'attaccatura delle zampe.
Sbucciamo la zucca, togliamo i semi e tagliamola a fettine spesse un paio di millimetri.


Sbucciamo le patate dolci e tagliamole a bastoncini.


Riprendiamo la farina e mescoliamola con l'acqua fredda e il ghiaccio, dobbiamo ottenere una pastella freddissima e grumosa.


Versiamo l'olio per friggere in una padella ampia e profonda o in un wok. Riscaldiamo l'olio e buttiamo al suo interno un stuzzicadenti, quando lo stuzzicadenti viene circondato dalle bollicine l'olio è pronto per la frittura.
Immergiamo le verdure e i gamberi nella pastella e tuffiamole nell'olio bollente, poche alla volta per non far raffreddare troppo l'olio.


Estraiamo la tempura dall'olio e trasferiamola su un piatto rivestito di carta per fritti per asciugare l'olio in eccesso.
Serviamo la tempura ben calda accompagnandola con le due salse.


La tempura è deliziosa, ma se non amate le patate dolci e la zucca potete provarla con altre verdure, come peperoni, zucchine, funghi o altro in base a cosa vi suggerisce la vostra fantasia.
E se avanza? Beh, questa possibilità è decisamente remota, ma se proprio dovesse succedere è sufficiente riscaldarla nel forno preriscaldato a 100°C per pochi minuti.

Buona serata!

sabato 15 novembre 2014

Muffins con banane e noci

Sono da poco passate le 17, l'ora del tè, perciò vi propongo un dolce perfetto da abbinare ad una bevanda calda: i muffins con tè e noci.


Per la ricetta mi sono ispirata a quanto trovata sul libro "Cupcake e muffin".

Gli ingredienti per circa 12 muffins sono:

- 135g di farina
- 135g di zucchero
- 115g di burro
- 3 uova
- 30ml di latte
- 30ml di yogurt magro
- 2 banane
- 60g di noci sgusciate
- 1 pizzico di sale
- pane grattugiato

Prendiamo le uova e separiamo i tuorli dagli albumi. Montiamo gli albumi a neve finché non diventano spumosi e sodi e teniamoli da parte.
Mettiamo il burro in un pentolino e facciamolo sciogliere a fuoco basso.
Quando è completamente sciolto, lasciamolo raffreddare e nel frattempo mescoliamo a parte i tuorli con lo zucchero e il sale. Aggiungiamo i gherigli di noce tritati grossolanamente e la farina e continuiamo a mescolare.


Poi uniamo il burro fuso, il latte e lo yogurt.


Sbucciamo le banane, tagliamole per lungo e poi a pezzetti spesse 0,5cm e aggiungiamole all'impasto.
Infine uniamo gli albumi un cucchiaio alla volta.


Prendiamo uno stampo per muffins, rivestiamo ogni cavità con un velo di burro e del pane grattugiato.
Versiamo l'impasto nelle cavità aiutandoci con un porzionatore per gelato.


Cuociamo nel forno preriscaldato a 175°C per circa 30', verificando la cottura con uno stecchino di legno.


Terminata la cottura lasciamo raffreddare i muffins per 10' e poi togliamoli dallo stampo.


Il contrasto tra il croccante della noce e il morbido della banana rende questi muffins divertenti da mangiare.
Sono ottimi per la merenda o per la colazione e si conservano chiusi in un sacchetto per alimenti per qualche giorno.

Buon weekend!

domenica 9 novembre 2014

Carré di maiale con mele verdi e cipolle rosse

La ricetta di oggi è la classica ricetta da pranzo della domenica, di quelle che richiedono una cottura lunghissima, ma che dopo il primo morso ti fanno capire che l'attesa è stata ben spesa.
Di cosa sto parlando? Del carré di maiale con mele verdi e cipolle rosse.


Gli ingredienti per il carré per 2 persone sono:

- 1kg di carré di maiale
- 5 fette di lardo
- 1/4 di mela verde Granny Smith
- 1/2 bicchiere di vino bianco
- 1 cucchiaino di miele di tiglio biologico Mielbio Rigoni di Asiago
- 2 cucchiai di aceto di mele
- 2 cucchiai di olio extravergine di oliva Dante
- 1 cucchiaino colmo di burro chiarificato
- succo di limone
- sale

Per la purea di mele:

- 2 mele Granny Smith
- 8 cucchiai d'acqua
- 4 cucchiai di aceto di mele
- 1 cucchiaino raso di sale
- pepe

Per le cipolle caramellate:

- 2 cipolle rosse
- 1 bicchierino di aceto di mele
- 1 cucchiaino di zucchero
olio extravergine di oliva Dante
- sale

Prendiamo il carré di maiale, tagliamolo dalla parte dell'osso formando cinque tasche e massaggiamo l'interno di ogni tasca con un pizzico di sale.
Rivestiamo ogni tasca con una fetta di lardo e al centro inseriamo una fettina di mela sottile, bagnata con il succo di limone.
Leghiamo il carré di maiale con lo spago da cucina, in modo tale che il ripieno non possa fuoriuscire.


Mettiamo in una padella l'olio e il burro, quando il burro è sciolto uniamo il carré e rosoliamolo su tutti i lati.


Versiamo sopra il vino bianco e lasciamo evaporare l'alcol.
Trasferiamo il carré e il fondo di cottura in una pirofila da forno e spennelliamolo con il miele sciolto nell'aceto di mele.


Massaggiamo tutta la superficie con un pizzico di sale, copriamo le ossa sporgenti con l'alluminio da cucina e inforniamo nel forno preriscaldato a 80°C (so che la temperatura sembra bassissima, ma serve a mantenere la carne tenere e succosa).
Lasciamo cuocere il carré per circa 3h, la temperatura al centro deve raggiungere 65°C e per misurarla possiamo usare un termometro a sonda.
Quando mancano circa 30' alla fine della cottura, prepariamo la purea di mele e le cipolle caramellate.
Sbucciamo le mele verdi, togliamo i semi e i picciolo e tagliamole a pezzettini.
Mettiamole in una casseruola con l'acqua, l'aceto, il sale e un pizzico di pepe macinato e lasciamole bollire per almeno 5', fino a quando non è possibile schiacciarle con un cucchiaio.
Frulliamo le mele con un frullatore ad immersione e teniamo la purea così ottenuta in caldo.


Peliamo le cipolle, tagliamole in fettine non troppo sottili e soffriggiamole in una padella con poco olio.
Aggiungiamo l'aceto di mele, lo zucchero e un pizzico abbondante di sale e lasciamole cuocere girando spesso per 10' circa (io le cuocio per un tempo minore perché le preferisco leggermente croccati).


Quando il carré è pronto spennelliamolo nuovamente con il composto di miele e aceto e passiamolo per 5' sotto il grill del forno, fino a quando non diventa dorato in superficie.


Lasciamolo riposare per 5', poi tagliamolo e serviamolo con la purea di mele verdi e le cipolle rosse caramellate.


La carne cotta in questo modo risulta tenerissima e il sapore delle mele e delle cipolle la rende dolce e gustosa allo stesso tempo.
Se vi avanza della carne, la potete conservare in frigorifero per un paio di giorni e riscaldarla in padella o nel microonde.

Buona serata!

Con questa ricetta, partecipo al contest "TUTTOMELE" in collaborazione con UIRUNIONE ITALIANA RISTORATORI E SAPORIE nella categoria "creazioni salate a base di mela".

'Create