sabato 7 aprile 2012

La pizza sottile di Roberto

Domani è Pasqua, fuori diluvia e ho voglia di pizza.
Per soddisfare il mio desiderio ho deciso di lasciarvi una ricetta presa dal quaderno di ricette di Roberto che, a quel che mi dice, l'ha avuta da sua sorella.
Leggenda vuole che sia stata tramandata da un pizzaiolo in carne ossa, convinto che fosse la ricetta ideale per poter riprodurre con il forno di casa una pizza simile a quella della pizzeria.
Se sia vero oppure no nessuno lo sa, ad ogni modo ecco a voi la pizza sottile di Roberto.


Gli ingredienti per 2 teglie di pizza sono:

- 600g di farina per pizza Molino Rosignoli
- 60g di latte tiepido
- 190g d'acqua tiepida
- 5 cucchiai di olio extravergine di oliva Dante
- 1/2 cucchiaio di zucchero
- 1/2 cucchiaio di sale
- 1 cubetto di lievito di birra
- condimenti vari

Versiamo in un contenitore il latte e l'acqua tiepidi e uniamo il cubetto di lievito sbriciolato.
Aggiungiamo l'olio, il sale e lo zucchero, mescoliamo con un cucchiaio e facciamo riposare per 10'.


Versiamo la mistura in una ciotola, dopodichè uniamo la farina e impastiamo fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.


Dividiamo l'impasto in due panetti uguali, ungiamoli con poco olio e disponiamoli su una teglia rivestita di carta da forno leggermente infarinata.


Copriamoli con un panno e lasciamoli lievitare in luogo tiepido per circa 2h o fino al raddoppio del volume.


Stendiamo ciascun panetto con il matterello fino ad uno spessore di 0,5cm e adagiamo le due pizze dentro due teglie leggermente unte.
Condiamole a piacere, la mia l'ho guarnita con salsa di pomodoro, olio, sale, carciofini, funghetti e olive.


Roberto, invece, ha diviso la sua in due metà: una con pomodoro, mozzarella, olio, sale, salsiccia e peperoni arrostiti e l'altra con pomodoro, mozzarella olio, sale, tonno, carciofini e funghetti.


Cuociamo le pizze nel forno preriscaldato a 250°C per circa 20', possiamo tirarle fuori dal forno quando i bordi diventano dorati e croccanti.


La particolarità di questa pizza è che, nonostante sia molto sottile, non diventa tutta secca.
Non è uguale alla pizza della pizzeria, in quanto il forno di casa con le sue temperature limitate non potrà mai eguagliare un forno a legna, ma vi assicuro che le assomiglia parecchio.

Auguro a tutti buona Pasqua!

8 commenti:

Pentole di cristallo ha detto...

Sai che non ho mai messo il latte nell'impasto della pizza..

Yrma ha detto...

Mi piace molto che sia bella sottile questa pizza!!!brava Cristina e tanti cari auguri di BUONA PASQUA!!!

Ire ha detto...

Ciao! Passo a farti i miei più cari auguri di una serena Pasqua!

******** @-@-@-@********
****** @————–@******
**** @——————-@*****
*** @——- Auguri——@****
** @——-di Pasqua—-@***
** @—(\(\———-/)/)—-@***
** @—(=':')——-(':'=)—@***
** @–(..(")(")..(")(")..)—-@***
*** @———————-@****
***** @—————-@******
******** @-@-@-@********

La pasticciona ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
La pasticciona ha detto...

buona pasqua , ciao

omino focaccina ha detto...

fai un salto da meeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee zenzii.blogspot.it aaacccccccceto consigli volentieri grazie in antticipoo

sississima ha detto...

anche a noi la pizza piace sottilissima, un abbraccio SILVIA

Cristina Lionetti ha detto...

Grazie per la visita!